fbpx

Scalabriniani: “2010-2020: dieci anni in Haiti e per Haiti”

ASCS

Scalabriniani: “2010-2020: dieci anni in Haiti e per Haiti”

Comunicato stampa, 13 febbraio 2020

Sono passati 10 anni dal terremoto che ha colpito Haiti. L’Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo – ASCS lancia ora una campagna su Produzioni dal Basso parte per raccogliere fondi in supporto del Centro Kay Beniamino. Con le donazioni raccolte si potrà garantire lo svolgimento delle principali attività comunitarie, per centinaia di bambini, giovani e adulti che ogni giorno partecipano alle diverse iniziative del Centro.

Il Centro Comunitario Kay Beniamino nasce come centro di aggregazione sociale all’interno del quartiere di Croix Des Bouquets, nei pressi della capitale Port au Prince ad Haiti. Il Centro è situato in uno dei quartieri periferici sorti dopo il terremoto del 12 gennaio 2010 dove i missionari scalabriniani, con il supporto dell’Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo (ASCS) e di altre organizzazioni, hanno realizzato un grande intervento umanitario, costruendo 5 villaggi che accolgono circa 400 famiglie rimaste senza casa.
 
 
 
«Il Centro Comunitario offre alla comunità uno spazio aperto e sicuro dove poter ricostruire il tessuto sociale ed è frequentato quotidianamente da più di 200 tra bambini, adolescenti e adulti che vengono coinvolti in numerose attività educative, ludiche e ricreative», ricorda padre Claudio Gnesotto, presidente ASCS.
 
All’interno del Centro si trova un campo sportivo e diverse sale dove vengono svolti diversi corsi di formazione tra cui: alfabetizzazione, lingue, informatica, cucito, ricamo, danza, cucina. Tutte queste attività, oltre a togliere i ragazzi dalla strada e ridurre l’incidenza di comportamenti devianti, offrono l’opportunità di una formazione specifica utile ai fini della ricerca di un lavoro.
 
«Con le donazioni raccolte con la Campagna 2020 vorremo poter garantire lo svolgimento delle principali attività comunitarie per tutti coloro che ogni giorno partecipano alle diverse iniziative del Centro Kay Beniamino», aggiunge padre Gnesotto. Nello specifico:
 
  • con 2.500 euro si può dare un primo contributo ai docenti dei corsi di formazione che al momento offrono la loro disponibilità a titolo volontario per formare i giovani della loro stessa comunità. Si acquisterà inoltre parte del materiale per allestire le sale di cucito e informatica con la preparazione di kit con materiale da fornire alle partecipanti del corso;
  • con 5.000 euro si garantisce una retribuzione ai docenti per sei mesi e l’acquisto di ulteriore materiale per la sartoria e il laboratorio di informatica così da garantire un adeguato svolgimento dei corsi ad un numero sempre crescente di beneficiari;
  • con 10.000 euro si può infine garantire lo stipendio ai docenti per un anno intero e riuscire a garantire ai laboratori un piccolo fondo per acquistare ulteriore materiale necessario.
 
Sostenere il Centro Comunitario Kay Beniamino significa dare un futuro diverso a tantissimi giovani migliorando anche le condizioni sociali delle loro famiglie!
Per donare la propria offerta su Produzioni Dal Basso basta andare sul link dedicato: http://sostieni.link/24216 
 


 

Dal 2004 l’Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo (ASCS) è in Italia e nel mondo il braccio sociale, operativo e culturale della Congregazione dei Missionari di San Carlo – Scalabriniani che operano nella Regione Giovanni Battista Scalabrini (Europa-Africa).La congregazione scalabriniana, fondata nel 1887 dal beato Giovanni Battista Scalabrini, opera da oltre 100 anni in 32 paesi in favore di migranti e rifugiati. ASCS è anche parte integrante dello Scalabrini International Migration Network (SIMN), rete che racchiude e coordina le diverse realtà scalabriniane in Italia e nel mondo.

 

Ufficio Stampa dei Missionari Scalabriniani
 
Il pdf del comunicato: https://bit.ly/2HlaXIE